La produzione

Susino

SUSINO – Prunus domestica
Si presume possa provenire dalle regioni del sud-est asiatico. Introdotta e coltivata anche in Europa da più di due millenni. Il susino si divide in due gruppi distinti geograficamente l’uno dall’altro: il susino europeo e il susino cino-giapponese. Il susino europeo ha foglie ovali di color verde scuro e piuttosto spesse con la pagina inferiore leggermente pelosa; i fiori, che spuntano prima delle foglie, sono bianchi. I frutti, a parte qualche varietà sono generalmente ovaliformi con colore che varia dal giallo, verde, rosso e viola-blu. Spesso la polpa si stacca dal nocciolo ed è usata sia per il consumo fresco sia per l’essiccamento, è anche noto il loro potere lassativo e l’elevata quantità di zuccheri, che danno al frutto un ottimo valore nutritivo. Il susino cino-giapponese ha foglie lanceolate di color verde chiaro, molto sottili, i fiori sono bianchi e la fioritura avviene più precocemente rispetto al susino europeo. I frutti sono generalmente di forma tonda, il colore varia dal giallo al rosso a blu-nero e sono coltivati solo per il consumo fresco.

Varietà

Fortuna, Goccia d’oro – shiro, President, Regina claudia gialla, Regina claudia viola, Santarosa, Sorriso di primavera, Stanley

Circonferenza

10-12 (CLT 25), 14–>30 (ZL)

Disponibilità prodotto

Vaso, Zolla

Fine di giugno (Sorriso di primavera)

Metà di luglio (Goccia d’oro – shiro, Santarosa)

Primi di agosto (Fortuna)

Metà di agosto (Regina claudia gialla)

Primi di settembre (Stanley)

Metà di settembre (Regina claudia viola, President)